Anna Banfi9-mar-2022

UCaaS: i vantaggi della comunicazione integrata in cloud

Complice la pandemia e la trasformazione del lavoro verso modelli ibridi, il mercato delle soluzioni UCaaS è in crescita esponenziale, con una previsione da 23.6% di CAGR dal 2021 al 2028. Le aziende, infatti, stanno sentendo forte l’esigenza di modernizzare le soluzioni di comunicazione per assecondare una workforce sempre più diffusa. Stando alle ultime rilevazioni dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, dopo il picco dei 6,58 milioni di smart worker di inizio 2020, in Italia ci si stabilizzerà intorno ai 4,38 milioni, partendo dai 570 mila dell’era pre-pandemica.

Le piattaforme UCaaS (Unified Communications as-a-service) rientrano di diritto tra le tecnologie che abilitano i new ways of working, sempre più connessi e svincolati dalla presenza sul luogo fisico. Lo conferma lo stesso Osservatorio, facendole rientrare tra le principali tecnologie di social collaboration e affermandone la presenza nell’83% delle grandi aziende, il 46% delle quali prevede ulteriori potenziamenti a breve.

UCaaS supporta il Remote Work

Le piattaforme UCaaS supportano alla perfezione le esigenze dei Remote Worker. Oggi, il lavoro è quanto mai dinamico e l’ipotesi di vincolarlo a una scrivania e a un telefono fisso è anacronistico. Il problema non si risolve abilitando semplicemente le video-call da casa o fornendo SIM card per la comunicazione mobile. Anzi, così facendo si rischia di aumentare gli oneri gestionali per l’azienda e si alimentano i silos tra i canali di comunicazione, finendo per ostacolare la produttività.

La soluzione è insita nel concetto stesso di comunicazione unificata, con in più i vantaggi della modalità di erogazione servizio in cloud. Cioè una piattaforma erogata SaaS (UCaaS) che racchiude e gestisce sinergicamente tutti i canali di comunicazione, permettendo un dialogo rapido ed efficace tra employee, team di lavoro e soggetti esterni. Il telefono fisso potrebbe quindi non servire più, perché con UCaaS è possibile rispondere alle chiamate di lavoro con lo smartphone, il PC, il tablet, passando rapidamente dalla voce al video se richiesto e, potendo pure condividere file e documenti durante la conversazione. In questo modo, le aziende possono abilitare modelli di hybrid work e di smart working in cui produttività ed engagement sono totalmente svincolati dal luogo e dall’orario. Inoltre, possono approfittare di interessanti opportunità di saving sugli spazi aziendali.

Efficienza ai massimi livelli

Adottare una piattaforma di comunicazione cloud (UCaaS) offre straordinari benefici in termini di efficienza. I tempi di implementazione sono minimi e, in generale, il processo è molto più semplice rispetto al modello on-premise. La resilienza dell’infrastruttura è una precisa responsabilità del provider, che garantisce ai propri clienti sfidanti livelli di servizio: in un’era in cui anche il personale IT lavora da remoto, non dover installare, implementare e mantenere l’infrastruttura di comunicazione è un plus tutt’altro che secondario. Inoltre, anche gli aggiornamenti software sono a carico del provider, che solitamente effettua rilasci costanti e ravvicinati per migliorare le performance e incrementare le funzionalità.

Sicurezza e modello di costo flessibile

Tra i benefici del modello UCaaS, la sicurezza ha un ruolo da protagonista. Le comunicazioni aziendali, a prescindere dal canale, transitano infatti attraverso l’infrastruttura del cloud provider, e diventano così centrali la resilienza del data center, gli strumenti di sicurezza fisica e cyber adottati, la crittografia delle comunicazioni e molto altro. Sotto questo profilo, i provider di soluzioni UCaaS possono garantire ai propri Clienti dei livelli di servizio molto elevati, che si traducono in un servizio sempre disponibile, sicuro e conforme alla normativa in essere.

Infine, e non perciò meno importante, una piattaforma UCaaS determina importanti benefici in termini di flessibilità e scalabilità dei costi. Com’è noto, una soluzione cloud non impone investimenti CapEx né costi OpEx legati alla gestione dell’infrastruttura e all’acquisizione di nuove competenze, ma solo un costo periodico variabile e proporzionato alle effettive esigenze di utilizzo della piattaforma stessa.

Per ulteriori approfondimenti: https://www.avaya.com/it/prodotti/ucaas/

Clicca qui per scaricare il White Paper: "Unified Communication"

UCaaS

Anna Banfi

25 anni di esperienza a 360° nell’ area Marketing e Comunicazione di multinazionali italiane ed estere del settore ICT hanno consolidato in me la convinzione di come la tecnologia al servizio dell’uomo possa davvero cambiare e migliorare la qualità della nostra vita e contribuire concretamente allo sviluppo delle nostre comunità. Ed in particolare la tecnologia per comunicare che mette in relazione le persone, ne facilità l’incontro e la collaborazione a vari livelli in un contesto sistemico ed in un’ottica sempre più mobile e green.

Leggi gli articoli di Anna Banfi